GNU/LinuxRaspberryPI

Raspbian MST-Tutorial version: XFCE4

Velocizza il tuo RaspberryPI con una versione Raspbian ultra leggera!

Con il seguente tutorial vogliamo accompagnavi nella realizzazione di una memoria SD contenente un sistema Raspbian reattivo, veloce ed altamente stabile per le vostre schede RaspberryPI. Alla conclusione del tutorial sarete in possesso di un sistema operativo perfettamente funzionante e leggero grazie all’utilizzo del desktop environment XFCE4. 

Cosa serve per questo tutorial?

Parte 1: preparare la memoria SD

Su di un computer ausiliario rechiamoci sul sito https://www.raspberrypi.org nella sezione Downloads per poter scaricare l’ultima versione di NOOBS Lite (link diretto: https://www.raspberrypi.org/downloads/noobs/). Il download è possibile sia via torrent sia via server. In ogni caso verrà scaricato un archivio ZIP che andremo a decomprimere.

Inserire nel PC la memoria SD e formattiamola in formato FAT. Terminata la procedura di formattazione copiamo all’interno della memoria SD l’intero contenuto della cartella decompressa dall’archivio ZIP.

Arrivati a questo punto è possibile inserire la memoria SD nella nostra scheda RaspberryPI 3.

Parte 2: installiamo Raspbian minimal

Alimentiamo la scheda RaspberryPI (accendendola) e collegando a quest’ultima una tastiera USB o wireless (in questa fase le connessioni bluetooth non funzionano). Si avvierà il processo di installazione sistema operativo offerto da NOOBS.

In questo momento è indispensabile attivare correttamente la connessione internet (via cavo eth o via WiFi).

Selezioniamo il sistema operativo Raspbian minimal e attendiamo il suo download ed installazione.

Parte 3: installiamo la nostra configurazione basata su XFCE4

Avviamo il sistema e ci ritroveremo in un ambiente totalmente testuale. Al termine della fase di boot ci ritroveremo difronte alla richiesta di un login. Le credenziali sono le seguenti:

  • User: pi
  • Password: raspberry

Una volta effettuato l’accesso, solo e soltanto se abbiamo una connessine WiFi, verifichiamo la correttezza dei nostri dati con il comando:

sudo cat /etc/wpa_supplicant/wpa_supplicant.conf

Per prima cosa impostiamo la lingua del sistema, layout tastiera, l’orario e altre nostre preferenze con il comando:

sudo raspi-conf

Ora procediamo con l’aggiornamento dell’intero sistema:

sudo apt-get update && sudo apt-get -y upgrade && sudo apt-get -y dist-upgrade

Al termine di queste operazioni è consigliato riavviare il sistema con il comando

sudo reboot

Al riavvio andiamo ad effettuare nuovamente il login con le stesse credenziali utilizzate in precedenza e procediamo con l’installazione del sistema grafico Xorg

sudo apt-get install -y --no-install-recommends xserver-xorg xinit

Al termine di queste operazioni è necessario riavviare il sistema con il comando

sudo reboot

Al riavvio andiamo ad effettuare nuovamente il login con le stesse credenziali utilizzate in precedenza e procediamo con l’installazione di XFCE4 e degli applicativi minimi per la gestione del sistema operativo (browser, bluetooth, gestione grafica del WiFi, samba (per reti windows), gestione grafica stampanti, gestione GPIO …)

sudo apt-get install xfce4 xfce4-terminal lightdm rc-gui build-essential gvfs-backends xarchiver

A questo punto, prima di riavviare, possiamo installare tutti i pacchetti software che possono servirci:

  • Browser web:
    sudo apt-get install -y epiphany-browser
  • Bluetooth:
    sudo apt-get install -y pi-bluetooth bluetooth bluez blueman
  • Gestione WiFi:
    sudo apt-get install -y  network-manager wicd
  • Rete con PC Windows:
    sudo apt-get install -y samba samba-common-bin
  • Gestione stampanti:
    sudo apt-get install -y system-config-printer cups
  • GUI Text editor:
    sudo apt-get install -y geany
  • Gestione GPIO:
    sudo apt-get install -y wiringpi

Terminata questa fase possiamo riavviare con il comando

sudo reboot

Al riavvio potremo finalmente gustarci il nostro sistema operativo basato sul desktop environment XFCE4.

Tags

MST-Admin

Appassionato di elettronica digitale, elettrotecnica generale e programmazione di microcontrollori. Fondatore del progetto MST tutorial.

Related Articles

Back to top button
Close